LICK DELLA SETTIMANA (21/04/2015)

LA RICERCA DI UNA «NUOVA ESTETICA DELLA MUSICA»
17 aprile 2015
ARMONIA O MELODIA?
27 maggio 2015
Show all

Continua l’opera di sciacallaggio musicale di compositori defunti. E’ di nuovo a Ravel che si deve questo nuovo incredibile passaggio, qui riadattato per essere suonato sulla chitarra al posto dell’originario pianoforte.
Quello che abbiamo è un arpeggio sviluppato su tre ottave basato sulle prime cinque note della scala diatonica: G – A – B – C – D, dove D oscilla costantemente tra♮e ♯.
Il passaggio si apre proprio con le triadi di G+ e G (a partire dalla terza nota) su due differenti ottave, mentre la discesa da G si sviluppa attraverso la successione di Gsus2 e G per poi continuare con D7sus2 – Am7♭5 (visto enarmonicamente, anche se in realtà derivato dall’alterazione del D in D♯) – B7♯5.
Lotw6